martedì 23 aprile 2024

Conti Correnti Bloccati: Il Caso Hype, Antipasto del Rischio Digitale


 Cari lettori,

Conti correnti bloccati da giorni e tanta incertezza. Questa è stata la dura realtà affrontata da migliaia di clienti della banca virtuale Hype.

Il servizio è improvvisamente cessato di funzionare lo scorso 8 aprile, lasciando i correntisti nell'impossibilità di accedere all'applicazione. La conseguenza è stata ovvia: l'incapacità di accedere ai propri fondi. Nessun bonifico in entrata o in uscita, e nemmeno la possibilità di prelevare denaro agli sportelli. Questo è quanto hanno denunciato gli utenti.

Questa situazione, dunque, rappresenta un antipasto dei rischi derivanti dall'essere immersi in un mondo esclusivamente digitale, in cui un malfunzionamento o una decisione dall'alto possono paralizzare ciò che fa girare il mondo: il denaro.

Hype è un conto corrente online gestito tramite internet, offrendo anche l'opzione di ottenere una carta di credito fisica. L'istituto virtuale fa parte del gruppo Banca Sella, il quale ha riscontrato gli stessi problemi.

La criticità principale risiede nel fatto che non è stato possibile accedere all'applicazione per smartphone, tramite la quale gli utenti effettuano le loro operazioni bancarie. Dopo due giorni, il servizio è stato ripristinato, ma poco dopo è tornato a malfunzionare. La differenza questa volta è stata che i clienti premium hanno potuto almeno operare dal computer tramite il web banking.

Nonostante le voci di un possibile attacco hacker, il gruppo bancario ha negato questa possibilità, attribuendo il guasto a un problema tecnico interno, verificatosi successivamente ad alcuni interventi di manutenzione periodica dei sistemi informatici.

Le proteste dei clienti non si sono fatte attendere, con molti che hanno espresso il loro malcontento sui social media. Alcuni suggeriscono di intraprendere azioni legali collettive, mentre altri chiedono l'intervento delle associazioni dei consumatori. Tuttavia, l'obiettivo primario resta quello di poter accedere al proprio conto senza problemi. Va notato che non è la prima volta che si verificano malfunzionamenti del genere: un anno fa, sempre ad aprile, si era verificata una situazione simile, anche se per un periodo di tempo più breve.

Hype conta circa 1,8 milioni di clienti. Nel 2023, i pagamenti digitali sono aumentati del 35% rispetto all'anno precedente, e la banca virtuale è particolarmente popolare tra i giovani. Tuttavia, la fragilità del sistema è stata messa in evidenza da questa recente crisi.

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

L'apprendimento dei bambini dagli schermi

  Cari lettori, I bambini imparano sempre qualcosa dalle loro interazioni con il mondo, sia che queste esperienze siano digitali sia che avv...