giovedì 27 giugno 2024

Intervista con Mattia, un ragazzo romano di 25 anni, sulla sua esperienza con i social e il percorso di disintossicazione digitale.

 


Cari lettori,

oggi intervistiamo Mattia  un ragazzo romano di 25 anni, sulla sua esperienza con i social e il percorso di disintossicazione digitale.

Letizia: Buon pomeriggio Mattia, grazie per aver accettato di condividere la tua esperienza con noi. Per iniziare, puoi raccontarci un po' di te e del tuo rapporto con i social media prima del tuo percorso di disintossicazione digitale?

Mattia: Buon pomeriggio a tutti, grazie a voi per l'invito. Prima di iniziare il mio percorso di disintossicazione digitale, ero un utente molto attivo sui social media. Passavo ore su Instagram, Facebook e TikTok, spesso senza rendermene conto. Era diventato una parte fondamentale della mia vita quotidiana.

Letizia: Cosa ti ha spinto a decidere di intraprendere un percorso di disintossicazione digitale?

Mattia: Ho deciso di intraprendere questo percorso quando mi sono reso conto che i social media stavano influenzando negativamente la mia salute mentale e il mio benessere generale. Ero sempre ansioso, confrontandomi continuamente con le vite apparentemente perfette degli altri, e avevo difficoltà a concentrarmi sulle mie attività quotidiane.

Letizia: Quali passi concreti hai intrapreso per iniziare la tua disintossicazione digitale?

Mattia: Il primo passo è stato riconoscere il problema e decidere di fare un cambiamento. Ho disattivato le notifiche delle app social e ho impostato dei limiti di tempo per l'uso del telefono. Successivamente, ho deciso di eliminare le app social dal mio smartphone e di utilizzare i social media solo tramite il computer, limitando l'accesso a specifici momenti della giornata.

Letizia: Come è cambiata la tua vita da quando hai iniziato la disintossicazione digitale? Hai notato dei benefici particolari?

Mattia: La mia vita è cambiata in modo significativo. Ho notato una riduzione dell'ansia e una maggiore capacità di concentrarmi sulle mie attività. Ho anche riscoperto il piacere di leggere libri, trascorrere del tempo all'aria aperta e interagire di persona con amici e familiari. Mi sento molto più presente e connesso con la realtà.

Letizia: Hai incontrato delle difficoltà lungo il tuo percorso di disintossicazione digitale? Come le hai superate?

Mattia: Sì, ci sono state delle difficoltà. All'inizio, sentivo spesso la tentazione di riprendere il telefono e controllare i social media. Per superare questo, ho cercato di riempire il mio tempo con attività alternative che mi appassionavano, come lo sport e la musica. Inoltre, ho cercato supporto da amici e familiari, che mi hanno aiutato a mantenere la motivazione.

Letizia: Che consigli daresti a chi sta pensando di intraprendere un percorso di disintossicazione digitale?

Mattia: Consiglierei di iniziare con piccoli cambiamenti, come disattivare le notifiche e impostare dei limiti di tempo per l'uso del telefono. È importante anche trovare attività alternative che ti appassionano e cercare il supporto di amici e familiari. Non abbiate paura di fare un passo indietro e prendervi del tempo per voi stessi. La disintossicazione digitale può sembrare difficile all'inizio, ma i benefici per la vostra salute mentale e il vostro benessere sono davvero enormi.

Letizia: Grazie mille, Mattia, per aver condiviso la tua esperienza con noi. Le tue parole saranno sicuramente d'ispirazione per molti.

Mattia: Grazie a voi per avermi dato l'opportunità di raccontare la mia storia. Spero che possa essere d'aiuto a chiunque stia pensando di fare un cambiamento simile.

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento

L'apprendimento dei bambini dagli schermi

  Cari lettori, I bambini imparano sempre qualcosa dalle loro interazioni con il mondo, sia che queste esperienze siano digitali sia che avv...